Sul rapporto Turismo e Calamità. Studi e documenti

0 – A – SCUOLA PAOLETTI – 2 – 02 08 20

Società Culturale Arnaldo Fortini – Assisi
commissione Progetto Cultura-Turismo/Covid

Sul rapporto Turismo e Calamità

Studi e documenti

Foto Corriere dell’Umbria – Assisi, 30/03/20

Nota introdutiva di Paolo Ansideri, 26/05/20
Il periodo storico che stiamo vivendo caratterizzato dalla pandemia Covid19 è sicuramente vissuto all’insegna della paura globale. La paura costringe gli Stati ad eccezionali misure di contenimento e prevenzione e la paura genera nelle persone diffidenza e ritrosia verso attività precedentemente praticate che comportavano contatti sociali.
Una di queste attività è il turismo che, come altri ambiti economici, vede in questi comportamenti la causa del drammatico arresto dell’impresa e del lavoro.
La drammaticità del momento obbliga però le istituzioni e le imprese a cercare soluzioni per il superamento della negatività. Quali misure adottare?

Qui si inserisce il presente contributo che, seguendo la metodologia che intende applicare la commissione Cultura e Turismo della Società Fortini, cerca di comprendere il contesto della domanda prima di dare risposte seguendo un criterio storico-comparativo.

Partendo dalla sottintesa volontà e necessità di rapida ripresa, riteniamo che sia il caso di capire quale sia lo stato del mercato turistico, per comprenderne, se possibile, dinamiche e comportamenti, propensioni e attitudini.

Sono stati perciò individuati tre percorsi di analisi per meglio mettere a fuoco il comportamento del mercato ricorrendo a strumenti di analisi storico-statistica applicati a fenomeni simili al presente e ricorrendo anche a competenze più specifiche come quella della psicologia di massa

  1. Nel primo studio “Breve ricognizione sul rapporto Turismo e Calamità” di Gabriele Caldari si analizzano i dati storici statistici riguardo al turismo condizionato da fenomeni di calamità: il terrorismo internazionale, calamità naturali, come terremoto e tsunami, ed infine calamità sanitarie. Statistiche su andamento arrivi e entrate economiche turistiche
  2. Il secondo contributo è quello del Prof. Marco Grignani, psichiatra, direttore della Struttura Complessa Salute Mentale Assisano-Media Valle del Tevere“Paura e turismo” che cercherà di far luce sulla predisposizione psicologica dell’utenza al viaggio turistico dopo eventi traumatici collettivi.
  3. Infine, sulla base degli approfondimenti precedenti si cercherà di determinare, con un grado di approssimazione relativo, quale sia il tempo più propizio per lanciare campagne pubblicitarie efficaci volte alla ricomposizione degli arrivi sul territorio dopo una calamità.

Modesta considerazione a margine: data la ciclicità costante dei fenomeni calamitosi che si abbattono sul settore turistico locale, non è il caso di uscire dalla logica dell’emergenza, in base alla quale si deve ricominciare ogni volta dall’inizio con soluzioni estemporanee? Inventando ogni volta qualcosa di avulso dal passato come se questo non avesse insegnato nulla?

Come esiste una protezione civile che si è dotata di un know how storico con tanto di procedure da applicare in caso di calamità naturali per i danni diretti, non si può pensare la stessa cosa per i danni indiretti? Cioè pensare ad un protocollo di misure e accorgimenti, non solo per le attività relative al periodo di piena calamità, ma anche precauzionali, preventive in attesa del prossimo evento?

Se la storia insegna che gli eventi calamitosi accadono con una certa frequenza, questi non sono più straordinari, ma strutturali e se sono strutturali sarà bene che sposti la mia capanna più a monte, visto che le periodiche piene me l’hanno ogni volta distrutta.

****

Breve ricognizione sul rapporto Turismo e Calamità – di Gabriele Caldari, 25/05/20
Andamento degli arrivi e delle entrate economiche turistiche in relazione a terrorismo internazionale, calamità naturali e calamità sanitarie

Video della conferenza  – 24/05/20
Comunicato stampa. Turismo: Covid come Mers? La ripresa dopo un anno? – 19/06/20

Documentazione bibliografica
nota 1 – Alexander Meindl -The Impacts of Terrorism on Tourism in the EU – 2018
nota 2 – il Turismo in Giappone dopo il terremoto – Pure tourism – 2015
nota 3 – Terrorism’s effect on tourism – www.wysetc.org – 2015
nota 4 – The Telegraph, Natural disasters worse for tourism than terror attacks, 29 Marzo 2016
nota 5 – The 911 Terrorist Attack.. Derekh Cornwell – Bryan Roberts, Marzo 2010
OECD – Analysing Megatrends to Better Shape the Future of tourism – Papers No. 201802
OECD – Risposte di policy per il turismo (COVID19) – 2020

****

Paura e Turismo. La condizione psicologica dell’utenza turistica dopo eventi traumatici collettivi. Conferenza del Prof. Marco Grignani*

*Psichiatra, direttore della Struttura Complessa di Salute Mentale Assisano-Media Valle del Tevere, USL Umbria 1, componente del gruppo di lavoro per il sostegno psicologico nel periodo Covid del Ministero della Sanità, all’interno del sottogruppo specialistico della Società Psicoanalitica Italiana

Intervista Paolo Ansideri, coordinatore commissione “Cultura-Turismo/Covid” Società Fortini
Domande finali di Gabriele Caldari, esperto di marketing turistico e Caudio Baldoni, presidente Faita-Federcamping Umbria

Video della conferenza – 12/06/20
Trascrizione della conferenza – 20/06/20
Pagina di presentazione della conferenza

 

 

 

Comments are closed.

Seguici

Flickr  Vimeo  Twitter  Facebook