Gae Aulenti. Aeroporto S. Francesco d’Assisi, Assisi – Bastia Umbra – Perugia

Architetture contemporanee ad Assisi e dintorni

Gae Aulenti

vai all’indice generale Architetture contemporanee ad Assisi e dintorni

Assisi – Bastia Umbra – Perugia

scheda n° 24
Aeroporto S. Francesco d’Assisi 

 

scheda n°   24
comune-ubicazione Perugia, località Sant’Egidio, via dell’Aeroporto snc
denominazione  Aeroporto Perugia San Francesco d’Assisi
progetto architettonico progettista Gae Aulenti Architetti Associati
progetto esecutivo progettista Alvisi Kirimoto & Partners
progetto esecutivo progettista Ecosfera spa
progetto esecutivo collaboratore Elisa Vago
progetto impianti progettista E.N.E.T.E.C. srl
categoria classificazione di merito B. Opera selezionata
tipologia Aeroporto
data progetto 2005 – 2011
data esecuzione 2007 – 2012
committente Presidenza del Consiglio dei Ministri, Regione Umbria, SASE, Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia
proprietà Proprietà privata
destinazione originaria Aeroporto
attuale Aeroporto
dettagli tipologia e materiali stato attuale
strutture calcestruzzo armato, acciaio ottimo
materiale di facciata intonaco ottimo
coperture a falde inclinate ottimo
serramenti metallici ottimo
vincolato no
provvedimenti di tutela
data Provvedimento
riferimento Normativo
dati catastali Foglio Catastale 277
Particella
descrizione dell’opera
L’ampliamento dell’aeroporto è motivato dall’aumento dei volumi di traffico aereo: l’obiettivo è quello di mettere a disposizione dei fruitori una maggiore quantità di servizi, di parcheggi nonché di spazi destinati alla gestione amministrativa della struttura. Il progetto non può prescindere dalla necessità di mantenere operativo lo scalo nel corso della realizzazione dell’ampliamento.

L’ampliamento dell’aeroporto, realizzato su un unico livello, prevede l’inserimento di due nuovi corpi di fabbrica, collocati rispettivamente a nord e a sud dell’edificio preesistente; nel primo sono collocati gli spazi destinati ai viaggiatori, mentre nel secondo è collocato il ristorante, il cui funzionamento è autonomo. I corpi di fabbrica così concepiti sono costituiti da otto volumi a pianta quadrata, ciascuno con tetto a quattro falde, collegati tra loro per mezzo di una copertura piana. Quattro degli otto padiglioni allineati in sequenza si affacciano sulla strada di accesso all’impianto; gli altri quattro presentano invece una disposizione a ventaglio, che consente di ricavare maggiore spazio al centro del complesso, in corrispondenza della zona destinata al check-in; la galleria longitudinale che ne deriva, che costituisce inoltre il collegamento con la preesistenza, ha per questa ragione una sezione differenziata.

I volumi così concepiti vengono realizzati mediante setti in calcestruzzo armato di colore rosso, rastremati verso l’alto e con copertura realizzata in vetrocemento. L’edificio preesistente è oggetto di un restauro che di fatto ne conserva solo la parte strutturale, prevendendo modifiche alla distribuzione interna degli spazi; il trattamento materico dell’edificio preesistente risulta essere coerente con quello adottato per l’impianto di nuova costruzione, in maniera tale da garantire una percezione visiva continua dell’intero complesso.

L’edificio si caratterizza per l’importanza attribuita alla vista dall’alto in fase di atterraggio e per il rapporto visuale panoramico che si instaura verso Assisi dalle sale di aspetto.

criteri di selezione (si/no)
1. Pubblicata in almeno due degli studi o repertori sistematici che si sono occupati dell´architettura nella Regione o in Italia. no
2. Pubblicata in uno degli studi del criterio 1 e in una rivista di importanza internazionale italiana o straniera no
3. Pubblicata in almeno due riviste di importanza internazionale italiane o straniere si
4. Originario ruolo significativo nel panorama regionale in relazione agli sviluppi sia del dibattito che della ricerca internazionale no
5. Ruolo significativo nell´evoluzione tipologica con interpretazioni costruttive progressive o sperimentali. no
6. Progettata da una figura di rilievo nel panorama dell´architettura regionale, nazionale o internazionale no
7. Opera di particolare valore qualitativo all´interno del contesto urbano e/o ambientale in cui è realizzata si
Bibliografia
Autore Anno Titolo Edizione Luogo Edizione Pagina Tipo
2007 “Aeroporto Internazionale dell’Umbria, Perugia Sant’Egidio, Gae Aulenti Architetti Associati” in “Dalla ricostruzione al futuro. Architetture e infrastrutture in Umbria”, allegato a “Casabella” n. 758 Arnoldo Mondadori Editore Segrate (MI) 41609 (Specifica)
Giuseppe Antonelli 2014 “L’aeroporto di Sant’Egidio: da base militare a scalo internazionale” in Paolo Belardi (a cura di), “NAU Novecento Architettura Umbria” Il Formichiere Foligno (PG) 102-105 (Specifica)
Francesco Quinterio, Ferruccio Canali 2010 “Percorsi d’architettura in Umbria” Editrice Centro Italia Foligno (PG) 575 (Generica)
Stefano Barcaccia 2014 “Temi di città. Perugia/Architetture 1950-2014” Comune di Perugia Perugia 36-37 (Specifica)
Tesi di Laurea
Autore Anno Accad. Titolo Relatore Facoltà Università Tipo
Giuseppe Antonelli (1) 2011-2012 Progetto del Centro Servizi dell’Aeroporto “Perugia San Francesco d’Assisi P. Belardi Ingegneria Edile-Achitettura  Università degli Studi di Perugia (Specifica)
note (1) non citato in  Censimento Nazionale Architetture del secondo Novecento – DGAAP
_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
compilatore scheda Paolo Ansideri
fonti scheda www.architetturecontemporanee.beniculturali.it
sito progettista www.gaeaulentiarchitettiassociati.com
data scheda 01/01/2019

________________________________________________________________________________________________________________

Foto  e immagini di progetto dell’Archivio Gae Aulenti
da Censimento Nazionale Architetture del Novecento, DGAAP, MiBAC 

Foto di Odino Artioli

Foto di Federico Ventriglia

 

Disegni di progetto

 

 

Altre foto da sito Gae Aulenti Architetti Associati

 
 

 

Comments are closed.

Seguici

Flickr  Vimeo  Twitter  Facebook